mercoledì, febbraio 18, 2009

Il punto sulla politica

La vicenda Engalaro appena conclusasi mi lascia nel cuore la battaglia civile di un uomo coraggioso, Beppino Englaro, e la fermezza di un altro uomo, il Presidente Giorgio Napolitano, in grado di tenere la schiena dritta contro l'ennesimo strappo tentato dal Pdl.

Mentre i politici si affollavano come avvoltoi al capezzale della povera Eluana assistevo sgomento
alla resa della nostra democrazia e mi chiedevo cosa avessero di cristiano i Berlusconi, i Gasparri, i Formigoni. Quale autorità morale hanno costoro per imporre (magari per decreto) cose che andrebbero lasciate alla coscienza di ogni individuo.

Tira una brutta aria in questo Paese, in cui la politica degli spot dilaga senza che nessuno riesca a metterle un argine.

Proprio l'altroieri abbiamo appreso della ennesima debacle del PD in Sardegna, dove un signor nessuno ha battuto il più quotato Renato Soru soltanto perchè il Cavaliere ha deciso di spendersi personalmente in terra sarda. Una dimostrazione di forza del Primo Ministro o, se preferite, dell'inconsistenza del suo oppositore Walter Veltroni.

Già Veltroni, quali colpe ha il leader del PD? Nell'ora delle dimissioni tutti gli danno contro ma il
dramma è che al momento non vedo nessuno che possa succedergli. Il progetto PD, in cui ho creduto e in cui continuo a credere - andrà valutato a medio raggio se sopravviverà -, ha anche bisogno di un indirizzo preciso e non vi è leader che tenga se il partito non è in grado di dire una parola chiara su Alitalia, una parola chiara sulla riforma scolastica, una parola chiara in tema di lavoro e di precariato, una parola chiara sul tema della giustizia, una parola chiara sui temi etici, una parola chiara sulla candidatura di Mastella alle Europee. Mi sembra che l'agenda sia abbastanza fitta per poter dibattere e combattere.

Fatto sta che nell'anno zero dell'economia, con le famiglie in difficoltà sul piano economico e i lavoratori che perdono il posto di lavoro, un'opposizione così debole è un vero guaio per l'intero sistema del Paese.

Etichette: , , , , ,

3 Comments:

At 12:54 PM, Blogger GDS said...

Fragilmente ITALIA!

 
At 10:11 PM, Anonymous Pino said...

Caro Cugino, sulla vicenda Englaro non la vedo come te anche se sono questioni di "Vita", quindi Etiche, è si devono rispettare tutti i punti di vista, in quanto, ognuna di esse ha il suo fondo di verità (Eluana VOLEVA Morire o Vivere? E' Giusto imporre per legge la vita o la morte? Soffriva di piu Eluana o i suoi genitori? Domande che non hanno risposte). Da elettore fuore dagli schieramenti, ma spostato a Destra, ho sempre considerato Veltroni un sognatore in quanto ritengo impossibile una coesione nello stesso partito delle anime ex DC e PCI in quanto provenienti da culture molto diverse. Ad esempio in Europa i centristi stavano nel PPE (Rutelli e Castagnetti della Margherita assieme al tanto vituperato Berlusconi.. ) Mentre il PDS nei socialisti (dove entrarono con la "raccomandazione" di Craxi tanto legato al Cavaliere...) incroci pericolosi che si verificano solo in Italia.

 
At 10:14 PM, Anonymous Pino said...

Scusa per la "é" al posto della e, ma stavo scrivendo un altro pensiero e l'ho lasciata così....

 

Posta un commento

<< Home