mercoledì, agosto 10, 2005

Non nascondiamoci, è il tempo di risorgere

Non nascondiamoci dietro l'alibi o la giustificazione di altre squadre che hanno avuto maggior "sorte" della nostra nei giudizi finali, ho già sentito troppe voci volte in questo senso.
La Salernitana è in C perchè non ha ottemperato le scadenze previste a fronte di un pesante disavanzo: "il riferimento al ricorso contro due cartelle esattoriali, non accompagnato dalla allegazione dei relativi ricorsi, non consente l'apprezzamento oltre che della pendenza anche della natura non temeraria della controversia", questa la sostanza del Consiglio di Stato. Lo stesso Brancaccio, avvocato difensore della Salernitana, ha dichiarato di rispettare la decisione dei giudici.
Aliberti, l'artefice, aveva pensato bene, già nel mese di Marzo, di buttare fumo negli occhi ai tifosi e agli organi sportivi con l'innalzamento del capitale e con esso la "parvenza" di una società solida. Pensiero sbagliato e furbesco (come suo solito) perchè poteva e doveva pensare a risanare il debito, a mio avviso anche parzialmente, per potersi presentare al momento delle scadenze con un bilancio e un risanamento meno cospicuo.
Non ci sono giustificazioni, la dimostrazione doveva darla a tempo debito (era quasi un anno che si conoscevano i 22 milioni di indebitamento della Salernitana) e invece ha aspettato sperando che poi si sarebbe chiuso (ancora una volta) un occhio e si sarebbe trovato il modo di rimandare o dilazionare i pagamenti dovuti. Così non è stato e i fatti ancora una volta parlano chiari.
E questa volta però il prezzo da pagare, per i tifosi ovviamente, è molto alto e duro da digerire.
Ora bisogna risorgere, anche dall'inferno della C sono sicuro che ci risolleveremo.
Senza Aliberti bisogna essere fiduciosi, a priori.
Forza Granata!
GDS

2 Comments:

At 1:11 PM, Anonymous pietro fiorillo said...

probabilmente molti sono in vacanza, il DS mi risulta dovrebbe essere addirittura a sa in questi giorni.
qualche nota: vi sembra normale che il Milan ceda Abbiati alla Juve? una volta portieri e attaccanti non si davano mai e poi mai alle squadre rivali, quindi quest'anno il campionato deve vincerlo il Milan o no?
Due: la B il sabato io spero che i sindaci che si stanno incazzando ora tengano duro e si ribellino aal lega
Tre: la nausea per il pallone è tanta, io andrò alla stadio solo se ci sarà un po' di amici per passare un bel pomeriggio di domenica e se il biglietto costa poco, a sto punto una curva deve valere 5 €, credo che a un prezzo maggiore avrei difficoltà a cacciarli

 
At 1:12 PM, Anonymous pdb said...

Sono sbalordito!!!!!
Mi aspettavo mail di giubilo per l'uscita di scena, tanto sperata da voi "tifosi", del patron di S.
Giuseppe, ed invece........ Forse non avete tanta fiducia nei "palazzinari"? In ogni caso, nota la mia posizione, voglio solo fare tre puntualizzazioni.
1) La società fallita è la Salernitana s.p.a., il tanto caro 1919 non appartiene alla ragione sociale della società, ma solo al marchio (registrato) formato dal cavalluccio stilizzato.
2) Il signor Aliberti ha esborsato la somma di 8.000.000€ (ottomilioni//00 Euro) per la ricapitalizzazione ed ha rinunciato a vendere due giovani promettenti (Molinaro e Schiavi), DS, lo so che per te sono cifre ridicole, ma intanto il suddetto le ha sborsate, ciò è inconfutabile, quindi, non dare retta come al solito alle chiacchiere.
3) Forse il più importante, faccio rilevare che solo tre sono le società salvate dai vari gradi di Giudizio:
MESSINA - TORRES - GELA. Notate qualcosa?
Questo è il vantaggio di appartenere a Regioni a Statuto Speciale, laddove, invece di trattare con l'Agenzia delle Entrate (Dinosauro dalle procedure macchinose, vero Fiorillo?) si relaziona con l'erario regionale, il cui interesse è salvaguardare il debitore al fine di non sopprimere il debito.
Infine, caro DS, non lamentarti della Giustizia, i criminali vanno a spasso. Per ciò che concerne la procedura fallimentare, ti faccio notare che laddove un imprenditore non riesca a far fronte ai propri impegni, su istanza di parte, che nel caso di specie non è stata formulata, viene dichiarato fallito, dal quel momento viene sostiuito da un curatore fallimentare il quale sulla base dei debiti, crediti ed attivo patrimoniale, esistente a quella data, opera al fine di cancellare la detta società e di soddisfare gli intetressi del maggior numero di aventi causa (detto in breve). Ordunque, venendo a noi, mai lo Stato si sarebbe sognato di fare istanza di fallimento alla Salernitana s.p.a. ben conscio che il patrimonio di detta società non è sufficiente ad onorare il debito. A parte piccoli debiti di gestione, fisiologici, no chiacchiere quali mancato pagamento di canoni d'affitto o di alberghi, la società, non ancora fallita, ma estromessa dal campionato di competenza, aveva questo debito con lo Stato.
Nessuno razionalmente aveva interesse a far fallire la Salernitana s.p.a., ed infatti la stessa non è stata dichiarata fallita, ma gli organi di Giustizia, hanno fatto sì che la stessa, non operando più sul "mercato" (estromessa dal campionato), non possa onorare i suoi debiti, e dunque, fallisca. Lo stesso debito l'avevano anche il Toro ed il Grifo, oltre molte altre, che furbescamente avevano rimediato fideussioni false, non ditemi che le varie società, o peggio ancora gli organo di controllo
(cov....) ignorassero che la San Remo s.p.a. non fosse abilitata a fornire fideussioni..... Tirando le somme noi siamo in C, e ciò magari ci compete vista la retrocessione di due anni fa, Aliberti non c'è più, e molti di noi, quasi tutti siete contenti, lo Stato Italiano ha perso circa 100.000.000 € (centomilioni//00 Euro) (22 Ippocampo - 45 Toro -
36 Grifo), e magari molti di voi, di fede comunista, saranno contenti, visto che al Governo c'è la destra.
Cosa chiedete di più????????? Quale altro motivo avete per contestare????? Riempirete finalmente l'Arechi, ora che non c'è più il "mariuolo"?????? Non è che farete anche quest'anno la figura della "tifoseria da 1€???????? VEDREMO!!!!!!!1 FORZA SALERNITANA

 

Posta un commento

<< Home