lunedì, aprile 11, 2005

Ciao Paolè, compagno di mille battaglie

Il mio cuore piange la morte dell'amico Paolo Masullo, la notizia, ve lo confesso mi ha davvero gettato nello sconforto più totale e non sarà facile riprendermi. Di certo, nulla sarà più come prima per me, nulla sarà come prima per chi lo ha conosciuto e per Pastena, il quertiere dove tutti noi in qualche modo siamo cresciuti, ci siamo formati, frequentando il liceo Severi.

Già, il Severi, ti ricordi Paolè ? Quante battaglie... e cos'ha significato per tutti e due, ci ha segnato per sempre, ce lo siamo portati nel cuore, soprattutto ci ha avvicinati umanamente.
Ti ricordi poi i giorni dell'occupazione, delle urla al megafono, delle gite, delle prime ubriacate, dei "filoni", delle prime pomiciate; che spasso.
Quella scuola era la nostra casa ed è ancora così familiare quella scatola prefabbricata, che ci viene ancora di incontrarci lì davanti, così, per far finta che nulla sia cambiato, magari per illuderci di poter restare per sempre degli studenti di liceo.

E ora, che fai ? Te ne vai, così io dovrei rassegnarmi a non vederti più a non rivolgerti neppure un saluto quando ritorno a casa mia da Milano, dove lavoro. Nooooo, non è giusto, non puoi andartene così, non è giusto che te ne vai, non è giusto che te ne vai, non è giusto che te ne vai... chi ama la vita come te non può subire questo destino, tu che il destino lo hai sempre sfidato a petto in fuori, noncurante di chi criticava la tua esuberanza, la tua teatralità, la veracità del tuo stile e del tuo carattere, ma hai sempre lottato per affermare la tua personalità e questo è grande.

Però, non riesco a capire, divento pazzo, non posso capire il tuo silenzio e farò in modo di non dimenticare mai la tua voce ringhiante, il tuo volto saraceno, non ti dimenticherò perchè non si dimenticano gl'impavidi e i generosi, per questo mi sarà impossibile non farti ricordare.
Per sempre, chi ora piange, come un fratello, Enzo.

4 Comments:

At 2:07 PM, Blogger the opinion maker said...

Paolo te ne sei andato lasciando alle spalle una vita di pienezza.
Te ne vai e lasci dubbi atroci.
La tua voglia di vivere con brio, con sarcasmo e con l'ironia che ti contraddistingueva sono il segno e l'insegnamento più bello che potevi lasciarci.
Il tuo sorriso ci accompagni sempre e la tua stella brilli ancora, sempre, in alto nel cielo e illumini i nostri passi.
Ciao
Giulio

 
At 9:40 PM, Anonymous Anonimo said...

Dolce amico mio, carissimo Paolo, il tuo ricordo non abbandonerà mai il mio cuore. E' quasi un anno ormai che vivi in Paradiso e so che sei felice, tu lo sei, ma a noi manchi tantissimo.
Grazie per la tua cara amicizia.
Ti abbraccio con immenso affetto.
Laura

 
At 4:02 PM, Anonymous marta said...

Ciao Enzo,
non credo che ci conosciamo...
oggi mi è venuta nostalgia del mio cuginetto Paolo e andando un pò in giro per internet (questo è il mio modo di fargli sentire la mia vicinanza) mi sono imabttuta nel tuo blog...
Sono passati quasi due anni e io ancora faccio fatica ad abituarmi alla sua assenza...
Scusa l'intrusione,
Marta

 
At 12:25 PM, Blogger the opinion maker said...

ciao Marta e Laura, no non credo ci conosciamo ma vi abbraccio forte.

Enzo

 

Posta un commento

<< Home