martedì, giugno 10, 2008

Secondo Afef: ''Gomorra fa male all'Italia''

L'ex modella tunisina, famosa per essere la signora Tronchetti Provera, polemizza sull'opportunità di presentare al festival di Cannes film che mostrino solo i lati più negativi del Bel Paese.

"I panni sporchi si lavano in casa", ha tuonato Afef in un passaggio dell'intervista al quotidiano Repubblica. Dunque film come "Gomorra" di Garrone e "il Divo" di Sorrentino (trionfatori a Cannes) farebbero male all'Italia, nel senso che ne rovinerebbero l'immagine del nostro Paese agli occhi degli osservatori internazionali.

Tra le affermazioni più inquietanti di 1 e 45 secondi di puro delirio, tutti da ascoltare nell'audio-video in alto, questa: "anche perchè sinceramente il Divo, film che parla di Andreotti...Andreotti chi lo conosce all'estero? Nel senso...se non qualche politico. Sennò la gente se dici Andreotti ti guarda strano". Quindi, è lapalissiano, che bisogno c'è di fare film impegnati che danno "solo altre possibilità per criticarci"?

Lineare no? Chicca finale dell'Afef pensiero sul cinema: "poi, per carità, il cinema è libertà e ognuno può fare ciò che si sente di fare". Grazie sognora Afef, grazie.

Etichette: , , ,

4 Comments:

At 6:43 PM, Blogger GDS said...

Afef ha espresso un giudizio che chiaramente è a sua volta criticabile perchè cosa c'è di strano nel produrre film verità o film denuncia come "Gomorra", cioè se quella è la nostra realtà che fastidio fa o da agli occhi del mondo?
Mi viene da pensare che la "verità fa male" a diveri livelli e la sua opinione è forse l'opinione diffusa dei bigotti o di quelli che vogliono far finta che il nostro paese è sole, mare, mangiar bene, ecc.
Mi preme però puntualizzare che l'Afef non ha detto "Gomorra fà male all'Italia" nè penso che il senso delle sue parole fossero da intendere con quella frase che qualcuno ad arte ha "manufatto".
Piuttosto l'affermazione più pesante e fuori luogo è quella che "i panni sporchi i lavano in casa propria", oltretutto in un contesto come quello del festival del cinema di Cannes è piuttosto ridicola!

 
At 10:46 PM, Anonymous Pino said...

Diciamo che la Sig.ra Tronchetti non è fatta per parlare, ma per fare altre cose sotto le lenzuola... il buon Marco l'avrà sposata per quello! Purtroppo il tempo (troppo poco) non mi ha fatto vedere "il Divo", ma Gomorra è un bel Film. Poi la realtà italiana è quella e la conoscono anche all'estero e non per i film..... l'altro giorno parlando con degli amici tedeschi che hanno preso casa qua giù, mi spiegavano, per esempio, che è difficile far capire nel loro paese che a Salerno e provincia il problema "mmonnezza" non esiste, figuriamoci con la Camorra!

 
At 4:11 PM, Anonymous Aniello said...

Era un po' di tempo che afef viveva all'ombra della zazzera di Briatore (beato lui)di conseguenza:poca visibilità e niente prime pagine. Tutto si può dire ma di certo non è cretina perciò ha trovato subito il modo di far parlare di sè. Una osservazione: (stavo per dire consiglio poi ho pensato: non sa chi è Andreotti figurati Aniello De Vita) quando apre bocca parlasse come afef non come italiana. Mi dà fastidio!

 
At 5:05 PM, Anonymous Aniello said...

Ho poca dimestichezza con il gossip delle coppie VIP che occupano le rivste specializzate un giorno si e l'altro pure. Perciò chiedi scusa ai lettori di questo frequentatissimo blog se ho confuso Briatore con Tronchetti Provera. La sostanza del mio commento non cambia ed approfitto subito per augurare a Vincenzo felicissime nozze! Il tempo dei preparativi è il più bello, Vincenzo veditene bene! Aniello

 

Posta un commento

<< Home